Torna all'archivio

Esiste una conoscenza che va oltre le parole, i pensieri della mente. È il linguaggio del corpo.

Ogni parte del corpo esprime qualcosa, ci comunica un messaggio.
Ci ricorda che siamo vivi.

Come gli alberi, abbiamo due punti di contatto:
le loro radici sono per noi i nostri i piedi.
I loro rami sono per noi la nostra testa.

Seppur ci muoviamo ed impariamo a camminare, abbiamo la necessità di imparare da loro un grande insegnamento: il radicamento.

I nostri piedi in ogni istante ci ricordano che esistiamo. Grandi custodi del diritto dell’esistenza, ci sostengono nella relazione con la realtà presente.

Attraverso la percezione del contatto con la terra, ci ancoriamo e coltiviamo in noi un senso di sicurezza e di esplorazione.
La Bioenergetica valorizza il valore del “grounding”, in italiano radicamento.
Se siamo ben radicati, siamo anche più in contatto con noi stessi, con le nostre scelte…. la direzione.

Se per gli alberi il radicamento delle radici permette loro di nutrirsi e sostenersi nei momenti di tempesta, per l’uomo i piedi permettono sia di procedere, camminare, sia di nutrire il proprio senso di sicurezza.

Pratica Bioenergetica
Porta attenzione al contatto tra piedi e terra. Cosa avverti? Osserva le sensazioni che emergono.
In posizione eretta, percepisci l’equilibrio espresso nel tuo corpo. Porta attenzione al valore dei tuoi piedi, al loro sostenerti. Dedica attenzione ad ogni pianta, ad ogni parte dei tuoi piedi.
Inspira ed espira…respira profondamente. Ringraziali.

Ti prendi cura del tuo benessere ogni volta che rivolgi a te stesso uno sguardo di attenzione affettuoso.

da Ilaria Greco  |12 maggio 2020