Torna all'archivio

Ogni volta che fai pace
ti riscopri vivo.

In ognuno di noi è presente un bisogno primario: stare in pace con se stessi.
La ricerca di questa condizione di benessere ci accompagna in ogni tappa della vita.
A volte per raggiungere questa condizione attraversiamo tempeste, scaliamo montagne, ma molto spesso, anzi quasi sempre basta fare un solo passo, un piccolo semplice passo per stare bene:  se  lasci andare le tensioni puoi tornare a te,  puoi creare pace… riconciliarti.

Ogni volta che ci restiamo male per un comportamento dell’altro, ogni volta che giudichiamo noi stessi,… ogni volta andiamo incontro ad una tensione emotiva, mentale, fisica.

Facciamo dei lunghi giri tra i pensieri, ci aggrappiamo all’orgoglio, al rancore, al risentimento; sentimenti questi che ci impediscono di aprire lo sguardo ad una prospettiva capace di mostrarci tutti gli aspetti della realtà. Il corpo e la mente entrano in una dimensione di stress, che se prolungato genera un’ intossicazione , un avvelenamento dentro di noi.

Come un elastico, che se tirato troppo ha bisogno di essere allentato, anche il nostro stato di salute psico fisico, quando va incontro ad un eccesso di tensione, ha bisogno di allentare.

L’unico modo per interrompere il circuito dello stress è essere capaci di perdonare, di attivare in noi un movimento di consapevolezza e compassione, da cui prende forma la riconciliazione.

La riconciliazione è un processo dinamico, che avviene in tanti modi. Ognuno ha il proprio, basta volerlo. Si può rinnovare in ogni istante.
Ed è la vera chiave che apre alla rinascita.

Quando siamo in preda ad un momento di stress, da una parte abbiamo bisogno di elaborare il vissuto di malessere che stiamo vivendo. Dall’altra parte abbiamo necessità di riconciliarci con noi stessi. Questo secondo bisogno rappresenta la forza potente , trainante che ci aiuta a sollevare, a riemergere, a fare chiarezza, a superare una difficoltà…a lasciare andare.

Questa forza vitale è presente in ognuno essere umano; la riconosciamo quando in un momento di “nebbia mentale ed emotiva” compare una luce dentro di noi, che ci invita ad aprire la porta e lasciare andare il malessere. È la riconciliazione. 

Ognuno di noi merita
di stare bene.

Pratica Bioenergetica
Ogni volta che ti accorgi di essere un po’ ingabbiato nel malessere, ogni volta che avverti una intossicazione emozionale, fermati e chiediti: con quale parte di me ho bisogno di fare pace , di riconciliarmi?
Una volta che l’hai riconosciuta chiudi gli occhi e respiraci insieme. 
In silenzio porta una mano sul cuore e respirando profondamente fai entrare pace, luce in te.

Riconciliandoti con te stesso, ti riconcilierai anche con il mondo che ti circonda.

da Ilaria Greco | 6 maggio 2020